Un allenamento per due. Pro (e contro) di allenarsi in coppia.

Un allenamento per due: pro e contro

San Valentino in vista, gente.
E se stavolta invece dei cioccolatini vi regalaste un workout di coppia? Pro e contro di sudare assieme (in verticale).

Allenarsi in due può essere un’ottima idea, specialmente se avete la possibilità di evitare la folla e le luci al neon della palestra e potete appartarvi a casa (e in questo vi possiamo dare una mano).
Coinvolgere la tua dolce metà, però, oltre che innegabili vantaggi può avere qualche piccola controindicazione…
Ma partiamo con le buone notizie:

Allenarsi in due migliora la costanza e le performance dell’allenamento.

Sapere che c’è qualcuno che ti aspetta per il workout di oggi ti incentiverà a non mancarlo.
Inoltre, se c’è qualcun altro a guardarci tendiamo inconsciamente a impegnarci di più. Nota bene: questo vale anche per l’allenamento con gli amici!

Scarica l'app di FitStadium e allenati con noi

Ti aiuta a tenere sotto controllo l’esecuzione degli esercizi.

Avere qualcuno che ti tiene d’occhio è il modo migliore per correggere al volo eventuali errori durante un esercizio. In questo modo ti allenerai meglio ed eviterai di farti male, soprattutto negli esercizi più tosti, in cui la tecnica è particolarmente importante. Un consiglio? Invertite i tempi di pausa, in modo che il rest dell’uno coincida con l’esercizio dell’altro.

Puoi farti aiutare con lo stretching. 

Alcuni gesti per l’allungamento sono più facili da fare con l’aiuto di un’altra persona e ti permettono di ottenere di più dallo stretching post-allenamento.
E non esiste persona da cui preferiresti farti toccare – o no..?

Sei più incentivato a variare.

Se gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere, su Marte si tende a preferire l’allenamento di forza e su Venere il cardio. Bilancia i due opposti et voilà, l’allenamento perfetto.

Allenamento di coppia: sì, no, forse.
Passando alle cose serie:

Allenarsi insieme aumenta l’intesa di coppia

Dentro e fuori dal letto. Si passa del tempo assieme, si fa qualcosa di costruttivo, ci si aiuta a vicenda, si mettono in moto ormoni ed endorfine. Poi dall’allenamento si passa alla doccia insieme – e mi fermo qui.

Può essere un gran bello spettacolo

E’ vero, mentre stai faticando difficilmente hai un aspetto ordinato: sudi, ti scompigli i capelli e ti manca il fiato.
La buona notizia è tutto questo richiama al tuo cervello (e a quello della tua dolce metà) input di situazioni analoghe estremamente interessanti.

D’altra parte, ci sono anche alcuni aspetti meno piacevoli da tenere in considerazione.
Per esempio, il rovescio della medaglia:

Può anche “non” essere un bello spettacolo.

Se più che sudare tendi a liquefarti sul pavimento, se assumi un colorito rosso aragosta o se ti piace allenarti in pantaloncini corti e calzini di spugna al ginocchio, meglio non condividere la cosa con la persona che ti piace.
Fidati.

Occhio al partner-coach

“Non stai contraendo l’addome, non stai scendendo sotto il parallelo, perché non provi a ruotare le mani di 25° a sinistra..?”
Magari lo fa per darti una mano, magari è un personal trainer inside, magari non si accorge di urtarti irrimediabilmente i nervi.
Ma se più che esserti d’aiuto ti sembra la reincarnazione del Sergente Hartman di Full Metal Jacket, magari è meglio salvaguardare l’equilibrio di coppia e continuare ad allenarsi separatamente.

Divergenza di vedute

La varietà fa bene all’allenamento, oltre che all’amore, ma a volte il vostro allenamento è proprio incompatibile.
Magari uno ha appena iniziato a fare attività, mentre l’altro fa sport da quando era alle medie; uno vuole dimagrire e l’altro raggiungere le venti trazioni alla sbarra, lei si è lanciata sul crossfit mentre tu preferisci la corsa campestre. O semplicemente, tu ti alleni al mattino presto mentre lei preferisce la sera dopo il lavoro.
Se i vostri workout non possono proprio combaciare, pazienza. Magari, per pareggiare le cose potreste provare qualcosa di completamente nuovo per entrambi, come un corso di salsa cubana. Oppure organizzare  un workout di coppia solo una volta ogni tanto.

In fondo, purtroppo o per fortuna, San Valentino cade solo una volta l’anno.
E tu, hai consigli su come vivere al meglio (o evitare prudentemente) l’allenamento a deux?

 

Share This:

Share This: