Quattro ragioni per amare il cioccolato fondente. Nel caso te ne servissero altre.

choco

E’ quasi Pasqua e sappiamo tutti cosa vuol dire.

Uova di pasqua di ogni dimensione e varietà sono pronte per essere aperte, ingombrando le nostre tavole di un trionfo di sorprese e sorpresine, carta colorata e, naturalmente, cioccolato.

Niente panico : il cioccolato è nostro amico. Basta scegliere quello giusto: il più salutare è il cioccolato fondente, in particolare le varietà con una percentuale di cacao che va dal 75% in su.
Ma il fondente “nero” è molto più che un’alternativa accettabile al cioccolato bianco o al latte: è una vera bomba di benessere, con un contenuto di  sostanze benefiche che controbilanciano abbondantemente il suo contenuto calorico (naturalmente, sempre a patto di mangiarne quantità ragionevoli).
Per dirne alcune:

  1. E’ ricco di antiossidanti come i flavonoidi dalla funzione antinfiammatoria, immunostimolante, anticancerogena, efficace per la prevenzione dell’Alzheimer – e aiuta perfino a evitare l’accumulo di grasso nella zona critica della pancia.
  2. Riduce lo stress, non solo perché migliora l’umore (contiene triptofano, un precursore della serotonina) ma perché riduce la sensibilità al dolore grazie al suo contenuto di feniletilammina e in generale allevia l’impatto dannoso dello stress sull’organismo.
  3. E’ energizzante e il suo contenuto di caffeina lo rende un ottimo snack per combattere la stanchezza pomeridiana.
  4. E’ un vasodilatatore naturale e riduce la pressione sanguigna, migliorando la circolazione.

Non solo, studi recenti stanno dimostrando che non fa male ai denti (al contrario sarebbe anticarie) e lo assolvono dalla correlazione con acne e diabete di tipo 2, che al contrario contribuirebbe a prevenire grazie al contenuto di flavonoidi. Negli USA è perfino in corso uno studio clinico che prevede l’assunzione di cacao sotto forma di pillole per valutarne l’effetto benefico sul sistema cardio circolatorio.

Ti basta? ;)

Di solito, più l’elenco ingredienti è corto e più il cioccolato è di qualità, perché privo di additivi e ingredienti poco salutari. L’ideale sarebbe sceglierlo biologico e magari equo e solidale: generalmente è quello più genuino.

Ah, un ultimo consiglio: potrà sembrare scontato, ma qualcuno forse non lo sa (…per esempio io, fino a poco tempo fa); il cioccolato fondente si chiama così perché non va masticato, ma lasciato sciogliere lentamente sulla lingua.
Fidati: cambia, cambia.

Share This:

Share This: