Meet the Fitness Guru, il Parkour secondo Francesco Mazzù – Milan Monkeys

Il Parkour di Francesco "Il Rosso" Mazzù (Milan Monkeys)

Con l’appuntamento di mercoledì 3 dicembre Meet the Fitness Guru apre una finestra nuova: ospite d’onore della serata sarà Francesco Mazzù di Milan Monkeys, team di parkour e freerunning fra i più attivi e consolidati nel nostro paese.

Se sei già un appassionato o se sei curioso di scoprire come iniziare, non perdere l’occasione di fare le tue domande direttamente a Francesco; nel frattempo, ecco il suo post per FitStadium:

Ciao a tutti,

per me è un piacere conoscere FitStadium, ed è un onore condividerne il blog con tante grandi personalità dell‘allenamento e del fitness che mi hanno preceduto.

Più di tutto, a farmi piacere è l’essere interrogato su quello che da anni a questa parte è un pezzo della mia vita e, da qualche tempo, anche lavoro.

Credo che “Meet the Fitness Guru” sia una frase molto più azzeccata per esprimere cosa il Parkour doni al praticante di quanto non possa sembrare.

Di primo acchito, questa frase farebbe alzare il sopracciglio a moltissimi traceur (chi pratica Parkour), me compreso.

In una disciplina che fa dei suoi pilastri l’importanza dell’individualità e la motivazione personale del praticante, non c’è posto per “Guru” di alcun genere.

Vero, ma ecco perché credo che le due cose calzino bene insieme.

MEET, INCONTRARE

Nel Parkour si ha a che fare con molti tipi di incontri.

L’incontro con ambienti sempre diversi, che ci permette di conoscere svariate tipologie di ostacoli: naturali, urbani, fissi, mobili, di legno, di ferro, tubi, muri, e chi più ne ha più ne metta. Così vari da mettere sempre alla prova il praticante.

Si incontra se stessi attraverso la sfida ai propri limiti, forse l’aspetto più intrigante della disciplina.

Indubbiamente questi possono essere trovati in tutto ciò che si fa, ma quale figura meglio esprime l’idea di limite se non un ostacolo vero e proprio?

Si incontrano comunità di praticanti unite da modi simili di interpretare lo spazio della città in maniera innovativa e originale, connessi fra loro anche senza uno spogliatoio o una divisa con gli stessi colori da condividere.

Il parkour di Francesco Mazzù (Milan Monkeys))

FITNESS

Il Parkour è un disciplina che insegna a chi pratica come superare efficientemente gli ostacoli. Per poter essere efficaci in ogni frangente della nostra attività, non si può prescindere la salvaguardia del nostro corpo, che passa proprio attraverso l’allenamento, allo sviluppo del fitness inteso come stato di forma ottimale e funzionale al movimento.

Le componenti del fitness quali la forza, la resistenza e la mobilità vengono allenate con molto rigore e precisione per soddisfare in sicurezza il nostro essere fisiologico, la nostra corporeità, il movimento.

IL GURU

E’ la figura che ha le risposte, che guida l’interlocutore verso il processo conoscitivo.

Tutti i praticanti sanno che si passa da lui, presto o tardi.

Lo troviamo ogni volta che mettiamo le scarpe da ginnastica, ci infiliamo dentro ad una tuta e usciamo ad allenarci, a battere i nostri demoni, piccoli o grandi che siano: che sia la paura di un salto, la mancanza di equilibrio, o il dover fare del potenziamento.

E’ la pratica stessa, è lei a darci spesso molte risposte su di noi, facendoci conoscere meglio attraverso il superamento degli ostacoli e l’allenamento.

Chi inizia a praticare capisce presto che è difficile fare Parkour e assumerlo solo come uno sport, per il semplice fatto che non lo è: il movimento, e il processo di crescita del praticante che ne consegue sono legati indissolubilmente, e questa attività è piena di esempi.

Capita a tutti i traceur di misurarsi con un salto che si è potenzialmente in grado di fare, ma che comunque fa paura.

Se non si costruirà una sufficiente sicurezza nei propri mezzi, attraverso l’allenamento pensato e graduale della tecnica, sarà impossibile superare razionalmente la paura.

Ecco perché credo che il nome di questa iniziativa calzi bene con quello che capita in questa attività: fare Parkour conduce costantemente a incontrare se stessi in una pratica che ci stimola sempre con nuove sfide da vincere passo dopo passo, regalandoci ad ogni traguardo, proprio come un “Guru”, qualche nuova risposta su noi stessi.

 

Trovi i Milan Monkeys anche su Facebook, Twitter e Google+.
E Francesco, mercoledì 3 dicembre, solo per un’ora e solo su FitStadium Off Campus.

Tenetevi pronti, gente. Il warmup ve lo offriamo noi.

Share This:

Share This: