Meet the Fitness Guru, ecco le risposte di Alessandro De Vettor sull’allenamento femminile

Allenamento femminile con Alessandro De Vettor, domande e risposte a Meet the Fitness Guru

Meet the Fitness Guru continua! L’appuntamento di ieri ha portato al centro del nostro Stadium nientemeno che Alessandro De Vettor, personal trainer specializzato in Biotype-Fit Training ® e Somatoanabolic System ® e responsabile di AISS Nord Italia – nonché  uno dei primi ad aver creduto in FitStadium ;)

L’argomento della chiacchierata è stato il fitness femminile nell’ottica dell’allenamento biotipo-specifico; di seguito trovi quello che ci siamo detti, ma se vuoi contattare Alessandro privatamente lo trovi sempre online su FitStadium.com oppure su Facebook.
Se sei interessato ai prossimi appuntamenti di Meet the Fitness Guru continua a seguirci – e se non l’hai ancora fatto iscriviti a FitStadium!

Ma ecco le domande – e, soprattutto, le risposte!

Un saluto agli amici di FitStadium e un grazie ad Alessandro De Vettor per questa opportunità di interagire con lui attraverso questo meet. La domanda che mi preme porre è la seguente: “Una donna che vuole ed ha soprattutto bisogno di conoscere se stessa a livello prima bio-fisiologico e dopo per quel che riguarda il suo allenamento, come deve muoversi? Ossia, quali sono i primi passi (controlli, analisi, metodi di valutazione e visite specifiche) che noi donne dobbiamo fare per l’iniziazione all’Allenamento Biotipo-Specifico Femminile?” Grazie in anticipo :)

Ciao, è importante conoscere il proprio grado di edema attraverso una termografia a contatto (utile anche per gli stadi iniziali non verificabili ad occhio nudo), consultarsi con il proprio medico ed accertarsi di non essere affette da problematiche ginecologiche (alterazioni del mestruo, PCOS e quant’altro), oltre a tutta una serie di analisi ormonali e metaboliche. Ti invito ad approfondire su questo articolo!

°°°

Quando metto su peso, tendo a notarlo per prima cosa sulla pancia. Significa che sono un biotipo androide? Quali altri fattori dovrei prendere in considerazione per determinarlo?
Grazie :)

Ciao, diciamo che tutta la parte superiore del corpo tende ad aumentare di peso, come seno, collo e braccia… Una donna marcatamente androide presenta di contro arti inferiori più asciutti e tonici. A questo habitus vanno poi associate tutta una serie di problematiche metaboliche (iperinsulinemia, iperglicemia, ipercortisolemia…) riscontrabili con specifiche analisi ematiche.

°°°

Esercizi per allenamento donnaSalve Alessandro; che cosa consiglierebbe a una signora che si avvicina agli “anni d’argento”? Sono sempre stata longilinea, ma da qualche anno a questa parte mi trovo un po’ appesantita. E’ troppo tardi per iscriversi in palestra?

Ciao, assolutamente no! E’ normale negli anni cambiare il proprio habitus biotipologico, questo perchè in primis a variare sono i principali ormoni che caratterizzano la donna. Ti consiglio di aumentare un po’ il lavoro aerobico per favorire e potenziare l’afflusso di ossigeno ai capillari (aspetto molto importante per qualsiasi donna), e del lavoro anaerobico ma con poche ripetizioni e un buon carico (poche ripetizioni per limitare la produzione di lattato e lavorare sul tono muscolare).

Molto gentile Alessandro, grazie. 
Approfitto per chiedere una seconda cosa, se possibile. Mia figlia ha avuto da poco il primo figlio; fra qualche tempo vorrebbe avviare una remise en forme. Quando sarebbe più opportuno cominciare a fare esercizio dopo il parto? E da cosa sarebbe meglio iniziare?
Di nuovo molte grazie.

Per quanto riguarda tua figlia ti rimando a questo mio scritto ;)

°°°

Ciao Alessandro!!! Ho molta ritenzione idrica, cosa mi consigli per tonificare le gambe?

Ciao, bisogna  accertarsi che sia realmente ritenzione… Il più delle volte la donna risulta più disidratata che iperidratata (questo perchè il grasso è povero di acqua e la donna presenta più grasso che muscolo). Quello che molte volte si confonde con la ritenzione idrica è invece un processo infiammatorio post-esercizio, che richiama molta acqua tra gli interstizi e che si elimina attraverso l’alternanza di esercizi capillarizzanti e di tonificazione. Cerca di seguire un’alimentazione prevalentemente alcalina.

Grazie Alessandro :* Quali sono i cibi alcalini che mi consigli assolutamente di mangiare?

Abbonda con i vegetali (spinaci, cavoli, cavolfiori…), moderatamente la frutta, e al mattino a digiuno dell’uvetta sultanina o due tre datteri ;) Limita dolci, pane , pasta e non esagerare con le proteine animali…

°°°

Ciao Alessandro, volevo sapere se ci sono esercizi ,o abbinamenti  di esercizi ,o tecniche di allenamento (che esso sia stile bb o altro) che per una donna vanno evitati. Grazie ;-)

Ciao, domanda molto interessante. In effetti ci sono delle tecniche e degli esercizi da limitare, soprattutto quando di fronte a noi abbiamo donne con problematiche di stasi linfo-venosa, edemi, lipodistrofie… E’ preferibile in questi casi lavorare ad accumulo.
Ad esempio:  1 ripetizione, una pausa di 10”, poi 2 ripetizioni,  un’altra pausa di 10 secondi e così via, aggiungendo sempre una ripetizione in più rispetto alla precedente; ci si ferma quando non si riesce più ad aggiungere una nuova ripetizione (accumulo di lattato). Per coloro che presentano stasi ed edemi il lattato è però controindicato. Esercizi da limitare all’inizio di un programma sono dunque squat, affondi, stacchi, ecc, da inserire dopo un miglioramento del ritorno venoso.

Grazie Alessandro ;-) la tecnica che hai citato fa rifermento al rest pause giusto ?

No, il rest pause è un altra tecnica, questa viene denominata ”serie ad accumulo” o ”serie agglomerate”.

°°°

Combattere la sedentarietà in ufficio: la pausa workout aumenta la produttività

Ciao Ale intanto ti saluto :) dopo ti faccio anch’io una domanda:  quali sono gli esercizi che non devono mai mancare in una scheda d’allenamento femminile? E in caso di lombalgia come ci comportiamo !?

Ciao! Se la donna non presenta edemi e/o lipoedemi ecc può eseguire qualsiasi esercizio. Ovviamente vanno eseguite delle anamnesi mirate prima di procedere con l’elaborazione di qualsivoglia protocollo di allenamento.
In caso delle problematiche succitate vanno ovviamente esclusi tutti quegli esercizi che aumentano la stasi e la pressione intracapillare (prevalentemente esercizi pluriarticolari).

Ho capito.. ma e difficile però, certi esercizi sono molto importanti per lo sviluppo muscolare e si vedono anche molto più velocemente i risultati; facciamo l’esempio degli stacchi: come li possiamo sostituire?

In effetti sono indispensabili, ma non fraintendere… Non vengono banditi ma solo temporaneamente “parcheggiati” finchè non si migliorano le problematiche di stasi e di ritorno linfo-venoso. Quindi le priorità iniziali sono: 1) miglioramento del microcircolo 2) potenziare l’afflusso di ossigeno ai capillari 3) tonificazione, inserendo gli esercizi pluriarticolari.

°°°

Ciao Alessandro,devo assolutamente perdere peso e in palestra mi hanno preparato una scheda con tanta corsa e tanti esercizi con pochi pesi … cosa ne pensi?

Ciao, per una donna è importante sia il lavoro aerobico sia quello anaerobico. Quindi chiedi ai tuoi istruttori di svilupparti una programmazione che contempli entrambi. Lavorare sul dimagrimento va bene, ma anche la massa muscolare non va trascurata perchè avere più ”muscoletti” vuol dire bruciare anche di più ;)

°°°

Ciao Alessandro, per una ragazza che pratica regolarmente allenamento con i pesi, dici che sia necessario almeno un allenamento a settimana a circuito per la circolazione?

Ciao, direi proprio che sia indispensabile….non dimentichiamoci che ”dove c’è circolazione c’è dimagrimento”!

°°°

Negli stacchi ripetuti il peso va appoggiato a terra o va tenuto sospeso con le braccia fino alla fine delle ripetizioni?

L’appoggio a terra, e relative pause all’inizio e alla fine dell’esercizio, di solito sono indicate nelle programmazioni atte al miglioramento della forza. Senza le relative pause/appoggi, e quindi con un movimento più fluido e continuo, il lavoro è incentrato prevalentemente sull’aspetto ipertrofico; ovviamente i carichi sono decisamente minori e le ripetizioni più lunghe.

°°°

Appuntamento al prossimo Meet the Fitness Guru! Continua a seguirci! ;)

Share This:

Share This: