E’ primavera! Come cogliere il meglio dell’ allenamento outdoor

primavera-allenamento

Ci siamo, da oggi è ufficialmente primavera! Se anche tu non aspetti che il primo raggio di sole per dedicarti all’ allenamento outdoor, ecco qualche consiglio per evitare di farti sorprendere dal volubile meteo primaverile.

1. Vai per gradi. Al corpo occorreranno un paio di settimane per abituarsi allo sbalzo di temperatura, alla differenza fra il tapis roulant e l’asfalto, fra gli attrezzi della palestra e il prato del parco; per non parlare di eventuali vento o pioggia. Il freddo irrigidisce i muscoli, sottopone il cuore a maggior sollecitazione e acuisce eventuali indolenzimenti: per cui parti con un allenamento più soft.

2. Scegli l’abbigliamento giusto. Il cotone si inzuppa facilmente e non è indicato in un periodo in cui l’acquazzone è sempre dietro l’angolo; meglio scegliere materiali waterproof, almeno per lo strato di vestiario superiore. Anche le scarpe risentono dell’acqua e del fango, quindi meglio aspettare per sfoderare il nuovo paio. Mentre può essere una buona idea tirare già fuori gli occhiali da sole e magari un cappello per riparare gli occhi anche dalla luce, dalla pioggia e dal vento.

3. Non trascurare l’allenamento di forza: mantenere la muscolatura efficiente aiuta anche a limitare il rischio di infortuni per chi preferisce l’allenamento cardio.

4. Fatti vedere: chi corre o fa bike lungo strade trafficate sa che è importante essere ben visibili, soprattutto di sera. Quindi indossa colori adatti ed eventualmente accessori catarifrangenti (a proposito, la Halo Belt l’avevi vista?).

Last but not least: se oltre a rischiare la pioggia sei anche allergico al polline, leggi la nostra mini guida di sopravvivenza ;)

E ora buon allenamento! :)

 

Fonti: Reuters, Fitsugar

Share This:

Share This: