Addominali: li stai facendo nel modo sbagliato

addominali, li stai facendo nel modo sbagliato

Questa è una di quelle cose che, quando le senti per la prima volta, ti lasciano un po’ perplesso.
Ma, se nessuno ancora te l’ha detto, ecco qui: gli addominali non servono a sviluppare gli addominali.

Cosa significa? Be’, per esempio che
1) decenni di divulgazione spicciola sul fitness ci hanno bassamente mentito
2) per ottenere il classico six pack (o semplicemente per buttare giù la pancetta invernale) metterti a brancolare a pancia in su non ti aiuterà.
Ecco alcuni consigli che invece lo faranno.

Dieta, dieta, dieta

La buona notizia è che gli addominali li hai già; magari sono nascosti sotto un confortevole strato di grasso, ma ci sono e aspettano solo di venire fuori. La notizia cattiva è che, per farli uscire, nessun tipo di allenamento conterà come un’alimentazione controllata.

Il grasso corporeo non si può eliminare in maniera localizzata e purtroppo le ultime scorte che l’organismo è disposto a cedere sono quelle intorno all’addome. Ciò significa che prima di riuscire a vedere i tuoi addominali dovrai perdere il grasso in eccesso in tutto il resto del corpo.
Questo però non vuol dire che devi metterti drasticamente a dieta. Anzi: proprio perché si tratterà di una gara lunga, meglio essere in condizione di sostenerla fino in fondo.

Scarica l'app e allenati con FitStadium

Riduci le dosi di zucchero e sale e limita i cibi confezionati. Quasi sempre, un cibo fresco, preparato in modo semplice, sarà anche sano:  prediligi carni magre come quelle del pollo,  del pesce e delle uova, verdure verdi o bianche, pasta e pane integrali, frutta e grassi buoni come quelli contenuti nel salmone, nell’avocado e nell’olio di oliva. Sfrutta condimenti che diano sapore senza appesantire: aceto, limone, erbe aromatiche e spezie.

Bevi molta acqua e poche bevande zuccherate, ed elimina dal panorama pastine, snack, patatine fritte, cioccolato… nel senso letterale: se puoi, cerca di non comprarle, per non averne in giro per casa. Tieni invece a disposizione qualcosa da poter sgranocchiare a cuor leggero: mele, coste di sedano, yogurt senza aggiunta di zucchero.

Tieniti un giorno libero durante la settimana per concederti il cibo che vuoi, e se ogni tanto sgarri, non farne un dramma: cerca insomma di mangiare sano, ma senza rimetterci la sanità mentale.

Core business

I classici esercizi per gli addominali sono i sit-up e i crunch in tutte le loro declinazioni. Ma come dicevamo, non è questo l’esercizio su cui ti devi concentrare.

abs

Il fatto è che non c’è un solo esercizio sul quale puntare.
La muscolatura al centro del corpo (il core: muscolo retto addominale, addominali obliqui e muscolo trasverso dell’addome) serve a darti stabilità durante quasi tutti i movimento complessi. Squat? Addominali. Plank? Addominali. Piegamenti? Addominali.
Tutti gli esercizi che comportano uno sforzo per mantenere la colonna vertebrale in posizione neutra richiedono l’apporto dei muscoli del core; ecco perché dovresti privilegiare esercizi multiarticolari che mettano alla prova il tuo equilibrio. Durante ogni esercizio, assicurati che l’addome stia lavorando a pieno regime mantenendolo contratto.
Per perdere peso, poi, correre o fare altra attività cardio va benissimo, ma per massimizzare i risultati cerca di abbinarla a un allenamento sul genere dell’interval training (qualcosa di molto simile a quanto proposto anche nell’app di FitStadium).
Sii paziente e costante. 

Scarica l'app e allenati con FitStadium

Don’t forget the rest

Sai cos’altro fa ingrassare (oltre al cibo)? Lo stress. Quando l’ormone collegato alle situazioni di stress, il cortisolo, rimane costantemente su livelli elevati, il corpo comincia ad immagazzinare grasso: un residuo del nostro passato preistorico, quando la prima cosa da garantire nelle situazioni di pericolo era una scorta di energia sufficiente ad assicurare la sopravvivenza.
E poi c’è la carenza di sonno. Dormire troppo poco interferisce con il metabolismo e influenza l’equilibrio ormonale, spingendoti a mangiare di più. Cerca di non scendere sotto le sei ore di sonno a notte e non cadere nella tentazione di recuperare tutto il sonno nel weekend.

Insomma, avere gli addominali in vista, più che il frutto di un allenamento, è uno stile di vita. Questi consigli sono solo le basi: il resto dipende da te.
Ci vogliono tanto cuore e un po’ di testa per eliminare la pancia.

Share This:

Share This: